Cosa si intende per finanziamento busta paga?

Quando si parla di finanziamento o di prestito personale sicuramente la busta paga o comunque l’evidenza e la certificazione dei redditi percepiti sono documenti necessari.

Se invece di documento si intendesse come tipologia di prestito vorrebbe dire la modalità di pagamento di questo prestito.

Questa modalità avviene tramite trattenuta sulla busta paga attraverso la cessione di un quinto del proprio stipendio. Non in caso di dipendente ma in caso di pensionato la stessa trattenuta in seguito all’ottenimento e alla liquidazione di un prestito avverrà sulla propria pensione.

Quando si parla di finanziamento busta paga chi può richiederlo?

Appurato quindi che parliamo di un prestito con trattenuta sulla busta paga vediamo insieme alcune delle caratteristiche necessarie per poter accedere ad una valutazione di questo tipo di finanziamento.

Innanzitutto bisogna essere dipendenti e non liberi professionisti, quindi avere un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

Qual’è il target di dipendenti per i prestiti con trattenuta in busta paga abbiamo?

Quelli che possono accedervi sono :

In base alla tipologia di amministrazione si valuterà la rata massima e la durata massima. Come criteri di valutazione per i dipendenti di aziende private si verificherà anche l’azienda presso la quale si lavora ed il TFR accantonato e disponibile.

Il TFR accantonato e disponibile infatti per i dipendenti privati è un parametro anche importante per capire il preventivo massimo da poter sviluppare. Quanto più alto sarà il TFR tanto più alto sarà il possibile preventivo di cessione del quinto.

Per maggiori informazioni puoi chiamarci al numero verde gratuito anche da cellulari 

Puoi visitare i nostri social Instagram Facebook Twitter scriverci clicca sul questo link Contatti

Per un Preventivo Gratuito di Prestito con Cessione del Quinto Clicca sul Pulsante qui in basso