Rinnovo Cessione del Quinto

E’ possibile il Rinnovo Cessione del Quinto?

Quando parliamo di un finanziamento con cessione del quinto, parliamo di quel tipo di prestito che prevede il pagamento della rata tramite l’addebito sul proprio stipendio in caso di dipendenti o sulla propria pensione in caso di pensionati.

Molto spesso i clienti che hanno in corso questo tipo di finanziamento sono convinti che non è possibile poter rinnovare il prestito in corso per ottenere altra liquidità.

In realtà questo è possibile in base però ad una serie di parametri sia presenti nel DPR 180/1950 che detta le prime regole della cessione del quinto sia in quelle successivamente indicate dalla Banca d’Italia ma anche in base a criteri finanziari.

Clicca qui per avere in maniera gratuita e senza impegno maggiori informazioni

Rinnovo la Cessione del Quinto, dopo quanto tempo?

Avendo in corso una cessione del quinto dello stipendio o della pensione, può capitare che, nel corso del tempo, ci sia un’ulteriore esigenza di liquidità.

Nel caso in cui parliamo di un rinnovo di una cessione del quinto decennale cioè di un finanziamento fatto per una durata totale di 120 rate o 10 anni, che è anche la durata massima per questo tipo di prestito, la valutazione di un rinnovo per ottenere ulteriore liquidità potrà essere fatta dopo che siano trascorsi almeno 48 rate o 4 anni (40% o 2/5 della durata iniziale).

Esempio rinnovo : se oggi viene stipulato un finanziamento con cessione del quinto dello stipendio o della pensione con queste caratteristiche

  • durata 120 rate o 10 anni
  • decorrenza Febbraio 2018
  • scadenza Gennaio 2028

la possibilità di poter valutare un eventuale rinnovo del prestito per ottenere nuova liquidità estinguendo il vecchio e prolungando il nuovo si verificherà al pagamento della 48 rata o al compimento dei 4 anni quindi non prima di Gennaio 2022.

Per ricevere un preventivo gratuito e senza impegno Clicca qui

Prima dei quattro anni è possibile il rinnovo cessione del quinto?

Molti clienti si chiedono se, nel caso in cui sia stata fatta una cessione del quinto per 10 anni è possibile comunque rinnovarla prima dei 4 anni. La risposta è semplice e sintetica, ad oggi, NON è possibile poter rinnovare una cessione fatta a 120 rate prima che siano trascorse almento 48 rate.

Se la durata non è 10 anni o 120 rate quando posso rinnovare?

Giustamente chi ha una prestito personale con il quinto dello stipendio o della pensione ma non ha fatto una durata a 120 mesi o 10 anni, si starà chiedendo: e se io, che ho fatto una durata a 72 mesi, avessi bisogno di ulteriore liquidità quando posso chiedere la valutazione per un rinnovo?

Così come indicato in diverse comunicazioni di Banca d’Italia e dai richiami legislativi, la valutazione di un possibile rinnovo, ad oggi, per chi ha in corso una cessione del quinto dello stipendio o della pensione con una delle durate intermedie cioè 24 – 48 – 60 – 72 – 84 – 96 – 108 rate/mesi potrà avvenire esclusivamente quando saranno trascorsi i 2/5 o meglio il 40% della durata iniziale fatta.

Esempio : se una persona ha stipulato un prestito con il quinto per una durata di 72 mesi/rate la valutazione di un rinnovo potrà avvenire nel momento in cui saranno state pagate 29 rate di quel finanziamento che equivalgono al 40% o ai 2/5 dei 72 mesi iniziali.

Questi parametri o caratteristiche per la valutazione di un eventuale rinnovo valgono per il rinnovo cessione del quinto pensionati inps sia per il rinnovo cessione del quinto dipendenti.

Puoi chiamarci al numero verde gratuito anche da cellulari 800 09 05 62 

oppure cliccare su questo link Contatti e compila il Form

Se hai bisogno di un Preventivo Gratuito e Senza alcun Impegno clicca sul pulsante qui in basso : 

RICEVI UN PREVENTIVO GRATUITO E SENZA IMPEGNO